Affari

zec canarie: vantaggi per le aziende che investono

zec isole canarie
Written by admin

Cos’è la ZEC?

 

Zec è un acrononimo che corrisponde alla Zona Especial Canaria, riferendosi a una zona speciale nell’arcipelago delle Canarie, in Spagna, che offre condizioni vantaggiose dal punto di vista economico.

In particolare, si tratta di una zona a bassa tassazione che è stata creata nel contesto del REF, ovvero del Regime Economico e Fiscal già di per sè avvantaggiato delle Canarie, con la finalità di promuovere lo sviluppo economico e sociale dell’arcipelago e diversificare la sua struttura produttiva.

La ZEC venne autorizzata dalla Comissione Europea nel gennaio del 2000 ed si attiene alla Legge 19/94.

 

Chi può usufruire della ZEC?

 

In generale, possono usufruire della ZEC tutte quelle imprese e società sussidiarie che vogliono sviluppare un’attività industriale, commerciale o di servizi, comprese in un elenco di attività permesse, che vanno dalla coltivazione di piante medicinali alla pesca, passando per la formazione e altre attività scientifiche, professionali e tecniche.

 

Vantaggi fiscali della ZEC

 

Le imprese della ZEC saranno soggette alla Tassa sulle Società (Impuesto sobre Sociedades) in vigore in Spagna, ma con una riduzione al 4%.

Questa tassazione si applica su limiti di base imponibile per creare nuovo impiego.

Esistono poi delle esenzioni per i non residenti, basta però che tali redditi siano ottenuti in una società nella ZEC e che derivino da operazioni realizzate materialmente ed effettivamente nell’ambito geografico della ZEC.

Queste esenzioni decadono quando i redditi sono ottenuti attraverso Paesi o territori con i quali non esiste un effettivo intercambio d’informazione tributaria o quando la società principale abbia sede in uno di questi paesi o territori.

Inoltre, le imprese della ZEC non devono preoccuparsi dell’Impuesto sobre Transmisiones Patrimoniales y Actos Jurídicos Documentados, sempre che tali acquisizioni di beni, diritti e atti siano finalizzati all’uso all’interno della zona.

Allo stesso tempo, le imprese non dovranno versare l’IGIC, ovvero Impuesto General Indirecto Canario.

Ad ogni modo, con il limite della normativa comunitaria in materia di accumulo di aiuti e secondo certe condizioni, i vantaggi fiscali della ZEC sono compatibili con altri incentivi fiscali del REF, ovvero il Regime Economico Fiscal.

 

Requisiti essenziali per diventare impresa ZEC

 

Innanzitutto bisogna essere una società o una sussidiaria di nuova creazione con sede operativa nell’ambito geografico della ZEC.

Almeno uno degli amministratori deve risiedere alle Canarie e bisogna investire almeno 100.000 euro a Tenerife e Gran Canaria oppure 50.000 euro nel caso di La Gomera, El Hierro, La Palma, Fuerteventura o Lanzarote in attivo fisso nell’attività entro i primi due anni dall’iscrizione ufficiale.

Bisogna inoltre creare almeno 5 o 3 posti di lavoro, sempre a seconda delle varie isole, come sono state suddivise prima, entro 6 mesi dall’inizio dell’attività e mantenendo questo ritmo durante ogni anno d’iscrizione nella ZEC.

Infine, l’oggetto sociale deve essere tra le attività permesse nel contesto della zona, riguardando perciò l’industria, la consulenza o vari servizi.

Leave a Comment